Food mediterraneo

Ruvo di Puglia

Ruvo di Puglia 

  

Una mattina d'estate di due anni fa nel mio negozio entrarono sei persone circa, non erano italiane, dei turisti i quali si erano fermati nella mia attività per comprare qualche souvenir da portare via. Avevano un'età avanzata, tra di loro c'era una signora la quale faceva da guida e solo lei parlava a stento l'italiano. Quando questa venne alla cassa per pagare gli oggetti le chiesi la loro provenienza e lei mi rispose che erano svizzeri, così scherzosamente ma non molto le chiesi se ci fosse un posto per me in Svizzera. Ella mi sorrise mi prese la mano me la strinse si avvicinò al mio viso e mi disse: cara...la tua terra è bellissima....voi qui avete il clima, avete il sole, vicino c'è il mare, avete le chiese tante chiese ci sono, monumenti avete la storia da raccontare potete sfruttare questa ricchezza come turismo perenne....ascoltami bene questa è ricchezza che non tramonta mai, mentre....la nostra ricchezza finirà..fidati ricorda quello che ti ho detto! 
Quando andò via non diedi peso a quello che mi aveva detto, successivamente iniziai a guardare le strade le costruzioni antiche del mio paese con occhi diversi mi resi conto che aveva ragione quella donna venuta da lontano a guardare le nostre meraviglie. Osservavo ogni particolare che prima ignoravo, mi soffermavo a guardare le figure architettoniche meravigliose! 
Mi chiedevo come mai chi gestisce il comune di Ruvo di Puglia non ha mai pensato di promuovere questo paese pieno di risorse.

Ecco io inizio da qui:

  dal centro storico di Ruvo di Puglia

Centro storico
Il centro strorico di Ruvo di Puglia inizia da qui. Questa è una delle due torri posizionate all'entrata del centro storico di Ruvo di Puglia. Nel medioevo la città era delimitata da mura di cinta molto spesse era un sistema difensivo molto efficace infatti la storia racconta che la presenza di queste mura ha consentito Ruvo di resistere ad assedi e di essere scelta spesso come roccaforte dalle potenze dominanti basti ricordare il ruolo svolto nella battaglia di Ruvo di Puglia.

Centro storico
 Questa via A. De Gasperi taglia in due il centro storico di Ruvo è la strada antica più importante della città in quanto comunica le due parti del paese. Percorrendo questa via si arriva a Piazza Garibaldi, Piazza le monache, Palazzo Caputi, Piazza Regina Margherita in questa ultima piazza (di recente riqualificata con fondi europei) si arriva al Municipio. 

Centro storico
 Quest'arco si chiama Arco Miraglia è posto a sinistra prima di arrivare alla via precedentemente mostratavi ( A. De Gasperi). Accede su di un corso principale ossia corso Carafa.  Si possono notare bene i due quadri proprio a forma di arco, aderiscono perfettamente al muro. Mentre la lanterna anch'essa molto antica è sempre accesa.

Centro storico
 Uno dei due quadri modellati alla forma curva,perfettamente aderenti ai muri, questo è il quadro di destra come potete vedere raffigura Gesù con la Madonna ed altri santi.




Questo è il quadro di sinistra all'arco Miraglia raffigura la Madonna col suo bambino. Sono quadri veramente molto antichi per cui a stento si riescono a vedere le immagini, comunque protetti dagli agenti atmosferici in quanto mai spostati da questo arco e mai stati vittime di atti vandalici.









Centro storico
 Girando a destra per la strada che stavamo percorrendo imbocchiamo via Cattedrale denominata così perchè appunto porta proprio alla  Cattedrale..... ma lo sappiamo solo noi ruvesi i turisti non riescono facilmente ad arrivarci  poichè  mancano i segnali per cui vagano chiedendo qua e la ai passanti che incontrano aimè! Anche questa via centrale molto importante porta dall'altro lato del paese dritto su corso G. Jatta, noto personaggio ruvese nel XVIII secolo. 

Centro storico

Ci siamo addentrati sempre di più nel centro storico questa è ancora via Cattedrale

Centro storico

Via Cattedrale  

Centro storico
Proseguendo verso destra si arriva alla Cattedrale, a sinistra vediamo via Modesti questa via porta dritto alla piazza centrale di Ruvo ( Piazza Regina Margherita) 

centro storico

Angolo via Modesti-via Cattedrale, in questa immagine si può ben notare la figura architettonica arrotondata del fabbricato molto particolare.

Centro storico
In via Modesti appaiono spesso colombi poichè alcune abitazioni sono lasciate abbandonate non solo in questa via ma in genere nel centro storico. 


Centro storico
Via Cattedrale siamo a ridosso della Cattedrale

Centro storico

 Largo Cattedrale 

Cattedrale Ruvo di Puglia



  L' edificazione della Cattedrale interessa un arco di tempo che va dalla metà del XII secolo alla prima metà del XIII secolo, permette una lettura del percorso  artistico-architettonico nel tempo, che dal linguaggio romanico andava evolvendosi in quello gotico. Sorge sulle rovine di precedenti edifici di culto infatti ci sono ancora vari elementi strutturali e decorativi nel sotterraneo. Ha un livello pavimentale inferiore a quello della strada , in quanto quest'ultimo si è andato continuamente elevando a causa dell'accumulo di macerie, determinate da distruzioni belliche e terremoti.



Cattedrale Ruvo


Il campanile della Cattedrale fu costruito prima infatti non lineare alla struttura canonica risale al XI secolo, serviva come torre di controllo infatti dall'alto si nota una rete panoramica ad alto raggio visuale.


Campanile cattedrale Ruvo
Campanile Ruvo di Puglia
Questo è il retro del campanile vi è un piccolo giardino con una Madonnina. Vicino c'è il Palazzo Vescovile.

Cattedrale Ruvo di Puglia
La facciata è caratterizzata dalla presenza di tre portali d'ingresso. Bellissimo quello centrale in quanto si nota la trama decorativa a motivi vegetali e animali di influenza bizantina e da angeli. All' esterno degli archi si possono notare leoni stilofori e grifi.  
Cattedrale Ruvo di Puglia
 

Invece i due portali laterali si presentano sproporzionati rispetto alla facciata, sicuramente elementi recuperati dalla precedente Chiesa.

Portale Cattedrale Ruvo di Puglia
Decorazioni Cattedrale Ruvo di Puglia
Si possono notare meglio le decorazioni precedentemente spiegate.
Portale Cattedrale Ruvo di Puglia

 Spettacolari le arcate sul portale centrale con le varie decorazioni.

Decorazioni Cattedrale Ruvo di Puglia

Il grifo che vi ho menzionato in precedenza.

Interno Cattedrale Ruvo di Puglia
Ingresso frontale, la pianta della chiesa è a forma di croce latina, con tre navate, transetto e tre absidi estradossate. Suggestivo il gioco luminoso che si crea all'interno, grazie alle due navate laterali e del falso matroneo. 


Interno Cattedrale Ruvo di Puglia
                                            Lato destro della navata
Interno Cattedrale Ruvo di Puglia

I due lati della navata sono stati realizzati in due diversi periodi. Infatti il lato sinistro è costituito da pilastri crociati che poggiano su capitelli molto probabilmente recuperati dal precedente impianto basilicale. Il lato destro invece possiede pilastri lobati. Sui lati delle navate ci sono lastre tombali che all'origine erano il pavimento della chiesa, esse raffigurano i vescovi sepolti nella chiesa stessa. 

Interno Cattedrale Ruvo di Puglia

Al di sotto della Cattedrale ci sono degli scavi che hanno contribuito a ricostruire la storia del sito. Tra il 1976 e il 1979 fu possibile portare alla luce una serie di reperti i quali testimoniano la frequentazione del sito dall'età peuceta a quella medioevale. L'ipogeo della Cattedrale è un vero e proprio patrimonio artistico ruvese.

atrio Cattedrale Ruvo di Puglia


Largo Cattedrale visto dal portale minore, si nota benissimo il livello inferiore rispetto alla chiesa.


Atrio Cattedrale Ruvo di Puglia

Questa è ancora via Cattedrale, sbocca direttamente su uno dei corsi centrali. 

                                        

                                                                        Proseguendo verso sinistra ci si addentra nel centro storico ruvese, il cuore del paese, le abitazioni si presentano in pietra con balconi di dimensioni molto limitati, le strade abbastanza piccole alcune solo per pedoni. In questa foto sulla sinistra si nota una piccola cappella da recente ristrutturata.
Centro storico Ruvo di Puglia                                                                                                                                                                                                                 La foto successiva invece riprende l'arco dall'altro lato della via, infatti ora la cappella è a destra la struttura completamente in pietra, le abitazioni abitate nel corso degli anni sono state rese agibili.   


Centro storico Ruvo di Puglia

Il centro storico ruvese è uno dei migliori e suggestivi in assoluto della Puglia.


Centro storico Ruvo di Puglia

  Siamo sempre nei pressi della Cattedrale anche questa via porta a Piazza Regina Margherita.

Centro storico Ruvo di Puglia

 Questa via porta alla chiesa di S. Rocco dalla quale  nel periodo pasquale in piena notte in ricordo della morte di Gesù esce una bellissima processione  chiamata Otto Santi.
La stradina porta anche alla piazza centrale Porta Castello o Piazza Regina Margherita la quale è stata riqualificata recentemente.


Palazzo Spada Ruvo di Puglia  

Palazzo Spada, fu costruito nella seconda metà del XVI secolo, appartenne fino al secolo XVIII alla famiglia Rocca. Successivamente il palazzo fu acquistato da De Feudis che lo adibì a Municipio ceduto dopo alla famiglia Spada
Lo stile è rinascimentale, l'ingresso è fiancheggiato da due colonne ad architettura semplice.


Stemma Palazzo Spada Ruvo di Puglia
Sul portone del Palazzo Spada uno stemma della famiglia Spada esalta l'eleganza dell'edificio e l'importanza della famiglia.
vecchio campanello

Questa testa di leone faceva da campanello del Palazzo Spada posto sul portone di legno, il manico di ferro veniva alzato a battuto al fiore che è sotto. Questa sorta di campanello era usato in antichità da molte altre famiglie benestanti.


Portone antico
Questo è un altro esempio di campanello e spioncino antico, a Ruvo ce ne sono parecchi di portoni del genere, noi che ci viviamo non ci facciamo molto caso, 

Pulisci suole antico

un oggetto scomparso è questo posto accanto alle abitazioni, veniva utilizzato dai contadini per pulirsi le suole delle scarpe impregnate di terra prima di entrare in casa dal rientro dei lavori agricoli.


Palazzo Spada interno Ruvo di Puglia


Varcando l'uscio ci troviamo in questo bellissimo atrio arricchito da bassorilievi situati sulla balaustra, le decorazioni sono suddivise in sette scene inscritte in riquadri. I soggetti si riferiscono alla mitologia greca.


Centro storico Ruvo di Puglia


Addentrandoci nelle vie del centro storico circa alle spalle del Palazzo Spada, si possono ben notare angoli di fabbricati lisciati aventi come decorazione teste o facce accompagnate da sigle puntate e date.
 


Centro storico Ruvo di Puglia


 In questa foto sono molto visibili le sigle e l'anno.


Ruvo di Puglia


Alla Sagra del fungo Cardoncello abbiamo avuto la possibilità di poter salire sulla Torre dell'Orologio, si è presentata abbastanza difficoltosa nel salirla gli scalini sono molto ripidi, ma quando siamo riusciti a scalarla diciamo così ci siamo trovati davanti un panorama bellissimo, ampio, libero una visuale a trecentosessantagradi, direi a cerchio. Infatti la Torre era una vedetta. 


Ruvo di Puglia

Ruvo di Puglia


Sulla sinistra si vede il campanile della chiesa di S. Domenico.  


Ruvo di Puglia


Nel nostro paese c'è quasi sempre il sole, queste sono foto scattate nel mese di novembre, attestano un clima mite. 


Centro storico Ruvo di Puglia


Questa via antica porta su Piazza Garibaldi o alla Torre dell'Orologio. 


Piccione

Quando si passeggia per le vie centrali capita spesso di alzare la testa e vedere piccioni affacciati ai raccoglitori in pietra di acque pluviali, carinissimi fanno molta compagnia infatti i passanti non possono fare a meno di sorriderli.

Piccione



Esposizione di angurie


 Oltre i piccioni si possono vedere esposizioni di frutta davvero insolite come questa, non è possibile non notare le angurie in "vetrina" su questo mezzo a tre ruote.
                                        
Questi sono vecchi pesi molto tempo fa erano utilizzati per pesare i prodotti ortofrutticoli
Vecchi pesi in ferro 
ad ognuno è assegnata la misura, ogni volta che venivano utilizzati la bilancia oscillava fino a raggiungere il livello uguale, ricordo che alcuni commercianti toglievano prima il prodotto dalla bilancia, chissà se avevano subito intuito il peso giusto o invece....



Torre orologio Ruvo di Puglia


Questa è una vecchia foto di Piazza Garibaldi o Torre dell'Orologio che ho trovato, risale agli anni 30, in questa piazza anni addietro addirittura c'erano le vigne. Oggi è una piazza deserta circolano pochissimi cittadini, questa affluenza di gente la si vede solo quando grazie ad associazioni competenti organizzano eventi importanti tipo la Sagra del fungo Cardoncello.



Sagra fundo Cardoncello Ruvo di Puglia

Questa è via A. De Gasperi da qui vi è l'accesso per salire sulla Torre dell'Orologio. Anche questa via porta a Piazza Regina Margherita.


Sagra fungo Cardoncello Ruvo di Puglia


Su questo lato si vede Piazza Garibaldi, qui si svolgono diverse manifestazioni ossia la discesa dalla Torre dell'Orologio di Babbo Natale o della Befana, le diverse esibizioni bandistiche o di scuole di ballo, alcune volte anche le esibizioni sportive riferite appunto al maggio sportivo, oppure varie bancarelle in base alla festa in corso. 


Panorama centro storico Ruvo di Puglia

 Verso est ossia verso il mare. Sotto a sinistra c'è Piazza Le Monache chiamata così in quanto vi era un convento di monache poi fu abbattuto e fu costruito un mercato ittico anch'esso negli anni '90 abbattuto, l' amministrazione comunale dell'epoca pensò di adibire inizialmente lo spazio ricavato a teatri ed esibizioni artische all'aperto. Ma invece no, sono anni che si parcheggiano solo auto.....pochissime le esibizioni.
 Il primo campanile sulla destra appartiene alla chiesa dei SS. Medici, il secondo più lontano sulla destra appartiene alla chiesa di S. Domenico, l'ultimo a sinistra è il campanile della Cattedrale.


Panorama centro storico Ruvo di Puglia
Torre dell'Orologio Ruvo di Puglia


Torre dell'Orologio, risale al 1604 si affaccia su Piazza Menotti Garibaldi, figlio di Giuseppe Garibaldi soprannominata così perchè egli in questa piazza tenne un discorso. Sotto alla base della torre ci sono due lapidi, la prima dedicata a Giordano III l'altra esplicativa della prima.


Epigrafe Ruvo di Puglia


All'imperatore Cesare Marco Antonio Giordano Pio Felice Augusto pontefice Massimo che aveva il potere dei tribuni della plebe , preconsole decurioni e di Augusto, li insieme posero.
La lapide sottostante fu scritta successivamente nel 1793 da Michele Boccumini, sulla quale c'è il  recto ed il verso delle monete di allora. La lapide è una testimonianza di gratitudine dei ruvesi nei confronti della civiltà romana. La torre sulla quale è posta la lapide fu costruita nel 1604 l'orologio fu messo nel 1870. Oggi viene chiamata Torre dell'orologio.

Epigrafe Torre dell'Orologio Ruvo di Puglia
Epigrafe Torre dell'Orologio Ruvo di Puglia


 Lapide in memoria di Giordano III eretta per i suoi meriti coperta dai rottami per l'ingiuria del tempo e di recente sotterrata ecco incolume vede la luce dotata prima del privilegio dell'autonomia quindi dei Decurioni e degli Augustali collegio e poi con concessione dei Cesari questa fiorente città di Ruvo fu arricchita unanimamente i cittadini ruvesi ad eterno splendore della patria...


Piazza le Monache Ruvo di Puglia


Sono ancora sulla cima della Torre dell'Orologio, vi mostro meglio Piazza le Monache, qui si eregeva il monastero benedettino di S. Matteo edificato accanto all'antica chiesa di S. Matteo di fronte all'attuale chiesa dei SS. Medici.
Dopo la soppressione dell'ente religioso e la confisca dei beni nel 1866, la chiesa ed il monastero delle monache diventarono proprietà dello Stato successivamente il Comune ne fece richiesta per ospitare la scuola femminile e gli asili d'infanzia. 
Nel 1965 si pensò di abbattere il complesso costruendo un'orrenda piazza ittica abbattuta poi negli anni '90.  


Piazza le Monache Ruvo di Puglia
Piazza le Monache Ruvo di Puglia
Piazza Le Monache Ruvo di Puglia

Mi sono sempre chiesta cosa ci fosse dopo questa grata arrugginita, non ci si vede nulla all'interno è buia...non mi sono avvvicinata molto in quanto la trovo inquietante, forse ci sarà un interrato umido.


Piazza Le Monache Ruvo di Puglia




Ruvo di Puglia panorama


Ruvo di Puglia vista dalla periferia del paese conta circa 25.000 abitanti situata su una lieve collina. Attività agricola preminente, infatti è circondata da campi di ulivo, 

Alberi di ulivi
pochi i vigneti.  La campagna pugliese appare come un'immensa distesa pianeggiante silenziosa, si anima nella grande stagione assordata da cicale sotto il sole, nel tempo della vendemmia quando si raccolgono grappoli di uva nelle vigne e in novembre quando si raccolgono le olive.
Fiori di ulivo campagna ramo all'aperto giorno
 Questi sono fiori di ulivo è da qui che si formano le nostre olive le quali danno vita al conosciutissimo olio extravergine pugliese di ottima qualità.




erba papaveri margherite fiori terra all'aperto


Questi papaveri e margherite si calpestano dappertutto passeggiando per i campi incolti e sono uno spettacolo bellissimo guardarli da lontano. Circa 35 anni fa vicino alle periferie del paese di campi ce n'erano diversi ed è li che i bimbi passavano a giocare e urlare di gioia, non si andava nelle palestre, ma nei prati dove si potevano accarezzare cagnolini e gatti come questi:
gatti randagi animali felini


gatto randagio animale felino

i nostri migliori amici erano gli animali.



erba campagna Fico d'India alberi

La pianta del Fico d'India nelle nostre campagne pugliesi è molto trovata cresce senza curarla e genera un frutto con granuli appunto chiamato Fico d'India di un sapore molto gradevole, la sua buccia possiede spine invisibili per cui impossibile pulirlo con le mani bisogna munirsi di coltello e forchetta.😋

Murge Puglia alberi collina

Ed ecco le Murge un territorio collinare si stendono da Bari fino a Matera, percorse da gravine, forre e burroni scavate dai torrentacci.

Murge, cielo, tetta, alberi, campagna, papaveri, all'aperto
 E' Gravina città di sassi quella in piene Murge a pochi chilometri si trova Altamura gloria e vanto della gastronomia pugliese per il suo famoso e squisito pane. 



E' chiamata città dell'arte poichè possiede molte chiese antiche una delle quali importante è la Cattedrale romanica già menzionata in precedenza, poi c'è il castello Melodia, museo Jatta, palazzi antichi (Palazzo Caputi, Palazzo Spada) con notevoli figure architettoniche storiche. La cittadina è forse famosa anche perchè è stata la più importante fabbrica apula di ceramica infatti diversi anni fa dappertutto si trovavano anfore e vasi ora sono solo da arredo nei giardini.
Anfora,piante,tronchi


Anfora,erba



Cartina Italia

Ruvo di Puglia è a sud dell'Italia precisamente in Puglia, regione spesso preferita dagli italiani per mete estive poichè vanta spiagge bellissime sopratutto il Salento.

Cartina Puglia

Ruvo di Puglia provincia di Bari posta al centro della regione Puglia, dal mare dista venti minuti, confina con Corato e Terlizzi. 




 


Post più popolari

Follow by Email